Dott.ssa Francesca Cadeo

Psicologa (iscr. albo n. 12904) e Psicoterapeuta, con approccio gestaltico (formazione specialistica presso Centro  Terapia della Gestalt ed Esperienziale di Milano).

Mi sono formata presso l’ambulatorio di psicoterapia della Struttura Complessa Psichiatria 4 dell’Azienda Ospedaliera Ospedale Niguarda Ca’ Granda dove ho svolto attività clinica con pazienti adulti (Disturbi d’ansia, Disturbi dell’umore, Disturbi del comportamento Alimentare, Disturbi di Personalità) e ricerca clinica collaborando ai protocolli di ricerca (OPD2-DCA – Diagnosi Psicodinamica Operazionalizzata, Disturbi del Comportamento Alimentare) in collaborazione con il reparto di Nutrizione clinica dell’omonimo ospedale.

Sono socia dell’Associazione Gruppo Zoe, per lo studio e la formazione sulla qualità e l’efficacia delle cure psichiche.
Promuovo e Coordino Progetti di Prevenzione di esordio psicopatologico in età adolescenziale,  presso Istituti Scolastici Secondari di Primo Grado e Secondo Grado  (competenza emotiva, sviluppo identitario – immagine corporea  – educazione all’affettività e alla sessualità), avvalendomi di competenze psicologiche e tecniche teatrali, acquisite durante formazione specifica. Conduco, in rete con gli stessi istituti scolastici, gruppi di sostegno alla genitorialità (figli in età pre- adolescenziale).

Ho collaborato sul territorio di Monza al progetto “coltivare le relazioni”, finalizzato al sostegno delle famiglie con figli disabili in età adolescenziale.

Collaboro con i servizi (Sert, enti e associazioni) attivi sul territorio di Bergamo entro progetti che prevedono interventi psicologici rivolti a soggetti con dipendenze patologiche (nello specifico Gioco d’Azzardo Patologico).

Svolgo l’attività clinica privata nello Studio di Psicoterapia e Psicologia clinica Zetema a Monza, oggetto del mio lavoro sono le relazioni, mi occupo di: processi di individuazione e separazione in adolescenza e relative deviazioni patologiche (vedi disturbi del comportamento alimentare), disagi psicologici nell’adulto connessi a crisi evolutive, difficoltà relazionali, eventi stressogeni, e relativi inasprimenti patologici (Disturbi d’ansia, Disturbi dell’umore, ecc.)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>