06th mag2013

L’Assistenza Domiciliare per Minori dalla convenzione all’accreditamento

L’Assistenza Domiciliare per Minori dalla convenzione all’accreditamento

Intervista a Roberta Ambrella e Dario Ferrario, coordinatori ADM della Cooperativa Sociale Cogess e a Sabina Nanti, Responsabile Tecnico della stessa Cooperativa.
 

Quali conseguenze del passaggio all’accreditamento nei servizi di ADM? Che cosa significa pensare e tradurre il tema della libera scelta e del protagonismo delle famiglie nei servizi e negli interventi per i minori e le famiglie?

 
Premessa

 

Lo stato dell’arte dei servizi educativi domiciliari per minori appare oggi, su territorio regionale, molto eterogeneo e con connotazioni e forme di gestione differenti. Sebbene la Regione abbia spinto, negli anni, verso l’accreditamento e la voucherizzazione di servizi e prestazioni in diversi ambiti, questo non è avvenuto in modo importante per i servizi per minori e assistiamo oggi, a livello regionale, a modalità molto eterogenee di gestione degli stessi servizi.

 

Alcuni Ambiti hanno mantenuto, negli anni, l’affidamento dei servizi di ADM tramite bando, spesso optando per una convenzione unica con un unico ente gestore, mentre altri Ambiti hanno optato per il sistema di accreditamento, accreditando diversi Enti gestori e generando, di fatto, la co-presenza su uno stesso territorio, di diverse organizzazioni che si trovano in questo modo a “suddividersi” gli interventi, col rischio di una parcellizzazione e frammentazione del lavoro e del raccordo con i servizi.

 

Lombardiasociale.it propone una riflessione che da un lato, esplora, con il contributo della Cooperativa Cogess, gli effetti del passaggio verso l’accreditamento nella gestione dei servizi di ADM.

Leggi l’intervista completa cliccando qui

 

 

by zetema

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>